Archivio iniziative anni precedenti

Conferenza Stampa sulla difficile crisi delle Videoteche Firenze, 28 novembre 2000

Rilievi
Nota Stampa
Radiografia settore home-video
Struttura p.v. per Regione

Resoconto da Rivista di Settore (link a MediaStoreItalia)

La Conferenza Stampa si è svolta presso la sede della Confesercenti di Firenze, ubicata in Via della Condotta, 12 (Adiacente Piazza della Signoria).
L’iniziativa trae spunto da una lettera appello alla categoria, sottoscritta da oltre il 70% dei gestori delle Videoteche Toscane.

La conferenza stampa si propone di evidenziare il difficile momento che sta vivendo la categoria, dovuto in parte a una concorrenza difficilmente arginabile (Internet, pay-per view, video on demand, ecc.), ma anche ad altre iniziative al limite della slealtà (film in edicola a prezzi ridicoli, costi altissimi dei film a noleggio, ecc). Il Presidente dell‘ANVI-Confesercenti Toscana (Associazione Nazionale Videoteche Italiane), Francesco Bordoni, ha voluto cogliere questa occasione per indirizzare una lettera ad alcuni autori e registi cinematografici dell’area toscana, invitandoli a solidarizzare con il comparto delle videoteche. Di seguito pubblichiamo la lettera.

"Cari amici,
perché, autori e registi non più emergenti ma ormai affermati dovrebbero interessarsi ai problemi di questo settore? mi chiederete: Una risposta potrebbe essere questa: sapete, ad esempio, che gli unici due film di Soldini distribuiti nel mercato home video sono "Le acrobate" e "Pane e tulipani"?

E sapete che la reale reperibilità di questi due "prodotti"( per ora consideriamoli in questi termini) è minima, limitata a quelle videoteche che hanno creduto quasi sempre all'importanza e alla bellezza del cinema Italiano, comunque e indipendentemente dal prezzo a cui veniva loro proposto? Non è bello a dirsi, ma una videoteca che si rispetti deve fornire alla propria clientela il panorama più completo possibile della produzione cinematografica mondiale, non dimenticando però il profitto: una videoteca è comunque una attività commerciale e non, come le biblioteche, un luogo di raccolta di opere donate, e qui viene il punto: che differenza c'e' tra un film e un libro?

In teoria nessuna, in pratica l'abisso! Queste due forme di arte, opere dell'umano ingegno, sono commercializzate in Italia con due differenti aliquote IVA (rispettivamente 20% e 4%), sono diventate, perché non sufficientemente tutelate e a mio parere "rispettate", articoli civetta della grande distribuzione e, per quel che riguarda i video, beni usa e getta da allegare a risibili fascicoletti o ad affermati periodici dei quali risolvere sensibili cali di vendita. Il canale tradizionale delle videoteche è penalizzato fortemente da questo tipo di politiche commerciali, e il negoziante si trova di fronte ad una scelta spesso inevitabile: acquistare o no un prodotto di cui non è sicuro neppure il recupero del costo? Con quale entusiasmo un’imprenditore dovrebbe optare per un investimento sul nuovo cinema indipendente piuttosto che su un prodotto Hollywoodiano "di cassetta" e quindi di sicuro rientro?

Credo di non sbagliare nel dire di aver individuato in Voi delle figure disponibili almeno a sentire e comprendere quello che stiamo dicendo, indipendentemente dalla possibilità o meno di poter appoggiare le nostre iniziative.

Mi premerebbe, nel caso siate interessati a saperne di più , potervi far avere del materiale che vi illustri la nostra storia, come sindacato e come iniziative, ultima delle quali è una conferenza stampa che avrà luogo a Firenze il 28 Novembre, nella quale presenteremo un manifesto, firmato dal 70% dei Gestori delle Videoteche Toscane (su 220 contattate), nel quale come vedrete, sono riproposti gli argomenti cui vi ho un po’ frettolosamente accennato. Sicuro di un vostro interesse, fiducioso in una vostra risposta in tempi utili, vi saluto cordialmente."


Riunione delle presidenze FISMED-ANVI
Firenze, 13 marzo 2000

Il giorno lunedì 13 marzo, alle ore 10,30, presso la "Sala Auditorium" della Confesercenti Provinciale di Firenze (sita in P.zza Pier Vettori, 8/10) si é tenuta la riunione delle Presidenze Nazionali FISMED-ANVI allargate agli associati.
L' ordine del giorno é stato:
1. Valutazione dell'incontro relativo ai problemi della discografia tenutosi con il Ministro dell'Industria Bersani e il Sottosegretario Morgando ;
2. Nomina del nuovo Segretario Nazionale FISMED-ANVI e prospettive organizzative della sinergia tra le due categorie;
3. Esame del confronto attualmente aperto con AFI (Associazione Fonografici Italiani) sul progetto di commercializzazione di supporti a basso costo;
4. Verifica del progetto di diversificazione commerciale dei punti vendita;
5. Presenza della FISMED al MIDEM di Cannes e messa a punto dell'iniziativa a livello comunitario;
6. Adesione FISMED-ANVI al "Forum dello Spettacolo" e prospettive del settore.


MUSICA 2000
Torino, 21-25 Ottobre 1999

CONSIGLIO NAZIONALE ANVI
Firenze, 29 Novembre 1999

Si impone la necessita' di rilanciare l’attivita' dell’ANVI e percio' di procedere alla sua riorganizzazione in tempi brevi, attraverso il coinvolgimento degli operatori e l’elezione dei nuovi organismi dirigenti.
A tale scopo e' convocata la riunione di  lunedi' 29 novembre 1999 alle ore 11.00 a Firenze presso la sede della Confesercenti Provinciale, Piazza Pier Vettori 8 ( tel. 055/27051) con il seguente ordine del giorno:
1. Esame della situazione sindacale e organizzativa
2. Convocazione Assemblea Congressuale
3. Varie ed eventuali.

La riunione avra' carattere concreto ed operativo, anche al fine di stabilire modalita' organizzative e tempi tecnici strettamente necessari per raggiungere gli obiettivi prefissati.