Cari colleghi, pubblichiamo l'articolo di TRADE HOME ENTERTAINMENT, che riassume abbastanza correttamente i contenuti dell'Assemblea Nazionale ANVI-CONFESERCENTI, svoltasi a Firenze lunedì 27 ottobre.
In merito al nuovo sistema di vendita in multiproprietà, PLURIVISION SYSTEM, sono state avanzate numerose richieste di chiarimento che hanno trovato puntuale risposta. Su due punti, invece, ci eravamo riservati di fare delle verifiche con i nostri uffici tecnici (tributario e legale), i quali hanno fornito i chiarimenti richiesti (le risposte sono evidenziate al termine dell'articolo di TRADE).
Al termine dell'Assemblea nazionale, si è deciso di programmare degli incontri regionali, finalizzati a promuovere il massimo di informazione sul nuovo progetto commerciale. Le date saranno ampiamente pubblicizzate (Sito internet, posta, e-mail).


Anvi: dibattito sulla "multiproprietà"
all'assemblea nazionale

Lunedì mattina a Firenze il presidente Enrico Landini e gli altri relatori hanno approfondito i termini del progetto "Plurivision System" in presenza di circa 60 negozianti. Numerose le domande e le obiezioni degli intervenuti

Dopo la presentazione alla stampa del nuovo sistema di vendita in multiproprietà dei prodotti home video, svoltasi a Roma lo scorso 9 ottobre, si è tenuta lunedì scorso a Firenze l'assemblea nazionale di Anvi Confesercenti, finalizzata a esporre il progetto agli associati.
Tra i relatori Enrico Landini, Presidente nazionale Anvi, Francesco Bordoni, Vice Presidente dell'associazione e Roberto Pietrangeli, Segretario generale Confesercenti, che in presenza di oltre 60 titolari di videoteche hanno illustrato i dettagli della nuova forma commerciale, denominata "Plurivision System".
Il progetto, che andrebbe ad affiancarsi alle forme tradizionali del noleggio e della vendita, consiste nel proporre alla clientela di acquistare una o più quote pari a un millesimo del prodotto, e di fruirne per un periodo di tempo limitato (indicativamente due giorni).
Il supporto rimarrebbe in gestione al titolare del negozio in qualità di amministratore del bene. Nel corso della presentazione è stata sottolineata l'importanza di comunicare al cliente i termini della proposta in maniera chiara e inequivocabile, per evitare che si ingeneri confusione tra multiproprietà e noleggio.
A questo scopo Anvi metterà a disposizione degli associati intenzionati ad avviare "Plurivision System" un kit composto da due locandine da apporre in negozio recanti rispettivamente il regolamento e le informazioni per il cliente, le istruzioni per i negozianti, uno schema con le clausole di accettazione del regolamento (che includono il pagamento di una penale in caso di mancato rispetto delle tempistiche di sfruttamento), uno schema del contratto di acquisto (il cui utilizzo non sarà però obbligatorio, in quanto a ratificare l'atto di vendita sarà sufficiente lo scontrino fiscale) e dei bollini per identificare i prodotti acquistabili in multiproprietà.
Lo scopo è quello di garantire alla clientela una più ampia offerta di prodotto e prezzi più contenuti rispetto alle tariffe del noleggio. Numerose le domande e le obiezioni poste ai relatori dai partecipanti all'assemblea, alcune delle quali sono rimaste aperte: tra queste la questione della gestione delle giacenze di magazzino in termini fiscali
(*) e quella della cessione o dello smaltimento del prodotto una volta scaduti i termini temporali del contratto (**). Per avere il kit Plurivision System, riservato agli associati Anvi, occorre fare richiesta alla Confesercenti della provincia di appartenenza o, nel caso in cui il negoziante sia iscritto direttamente alla sede nazionale, alla Confesercenti nazionale di Roma.

*******************************

(*) L’Ufficio Tributario e Fiscale della Confesercenti Nazionale, chiarisce che il trattamento fiscale delle giacenze dei supporti utilizzati in multiproprietà, è lo stesso dei supporti acquistati per la vendita. Il supporto utilizzato per la vendita a quote, accede al regime delle giacenze dopo la scadenza del periodo (numero di anni) dalla vendita della prima quota (Come ANVI abbiamo indicato nel regolamento un periodo d 10 anni e, tuttavia, precisiamo che tale periodo può essere autonomamente stabilito da ciascuna videoteca).

(**) L’Ufficio Legale della Confesercenti Nazionale, chiarisce che la cessione del supporto è possibile dopo la scadenza del periodo (numero di anni), prevista dal regolamento. Pertanto, il prodotto deve restare nella disponibilità dei proprietari delle quote per l’intero periodo. Nel caso di deterioramento del prodotto, invece, questo può essere smaltito con le stesse procedure analoghe a quelle relative ai prodotti in noleggio.