Univideo contro Plurivision System senza validi argomenti.

ANVI: il nuovo sistema commerciale è perfettamente legittimo

Cari colleghi, come avete potuto notare, contro Plurivision System si è scatenata una offensiva di Univideo che, attraverso varie dichiarazioni riprese prontamente dalle riviste di settore (Trade e Mediastore), afferma che si tratta di “un’iniziativa irresponsabile che potrebbe ritorcersi a danno di tutto il settore delle videoteche”.... e dove i videonoleggiatori sono invitati a “non porre in essere comportamenti contrari alla legge, perché aderendo a progetti illegittimi rischiano sequestri e sanzioni praticabili d’ufficio da parte delle Forze dell’Ordine, cioè anche in assenza di denunce da parte nostra o della Siae”.

In realtà questa nuova opportunità commerciale, come afferma l'Ufficio Legale della Confesercenti, è perfettamente legale poichè utilizza prodotti originali, e la vendita proquota alla clientela è condotta non in modo abusivo o nascosto, ma in modo trasparente e ufficiale fornendo al consumatore tutte le informazioni necessarie.

Proprio per rafforzare tale concetto, ANVI-Confesercenti, ha inoltrato il 30 ottobre u.s., una lettera ufficiale a tutti i ministri interessati, informandoli del contenuto di questa azione commerciale. La lettera è stata inviata a:

on. Gianni Letta, Sottosegretario Presidenza del Consiglio,
on. Giuliano Urbani, Beni e Attività Culturali,
on. Giuseppe Pisanu, Interni,
on. Antonio Marzano, Attività Produttive,
on. Maurizio Gasparri, Comunicazioni,
on. Paolo Bonaiuti, Tutela Proprietà Intellettuale, Palazzo Chigi.

Tale lettera è stata inviata anche a tutti i Comandi Generali delle Forze di Polizia:
Polizia Postale e delle Comunicazioni,
Carabinieri e Guardia di Finanza.

Con Plurivision System nasce, dunque, una nuova opportunità commerciale, che permette alla categoria di conseguire alcuni obiettivi qualitativi e quantitativi indiscutibili, con notevoli ricadute positive per il settore e per i consumatori in quanto:

. abbatte i costi di gestione, poiché è utilizzato un prodotto “primario” (VHS e DVD destinati alla vendita) con un’incidenza di costo sensibilmente più contenuta e compatibile con gli investimenti effettuati dai Gestori delle Videoteche;

. consente al titolare della videoteca di offrire al consumatore di HOME VIDEO un numero maggiore di supporti per lo stesso film, rendendolo così più disponibile per la clientela;

. amplia notevolmente la possibilità di offrire al consumatore il catalogo di film di indubbio valore artistico ma di minor “cassetta” come potrebbero essere la maggior parte di quei film italiani, francesi, d’autore, d’essai, anche premiati a concorso che, fino ad oggi, non potevano essere commercializzati a causa dell’impossibilità per la videoteca di ammortizzarne i costi;

. permette al consumatore di fruire di un prodotto con minori costi.

***********************

PLURIVISION SYSTEM E' UNA ATTIVITA' CHE ESCLUDE SANZIONI PENALI.

NON E' SOGGETTA A SEQUESTRO DELLA MERCE.
AL RIGUARDO CI SONO NUMEROSE SENTENZE CHE CONFERMANO CHE TALE RISCHIO, ESISTE SOLO PER COLORO CHE UTILIZZANO, A SCOPO DI LUCRO, PRODOTTI FALSI PRIVI DI BOLLINO SIAE.

CON PLURIVISION SYSTEM VANTAGGI INDISCUTIBILI PER CONSUMATORI E GESTORI.

FORSE UN PO' MENO PER LE MAJORS.

***********************

ENRICO LANDINI - PRESIDENTE NAZIONALE ANVI-CONFESERCENTI