Videonoleggio, il ritorno del revenue sharing


A settembre un test per rilanciare il sistema legato al business del rental


«Annunciato tempo fa e rimandato più volte oggi finalmente si è pronti a partire col sistema che, secondo me, rivoluzionerà il mercato dell'home video», così Roberto Giamminuti titolare del punto vendita romano Video Elite di Roma - e presidente Anvi Confesercenti - anticipa sul forum F.O.H.E. la (ri)partenza del servizio di revenue sharing per il noleggio che come riportato sul forum sarà lanciato con un test da Rai Cinema con le release di settembre. Sperimentato in passato solo da Blockbuster Italia per qualche anno, non è più stato applicato in seguito al nostro mercato. E’, come sappiamo, un sistema di condivisione di rischi e guadagni tra industria e trade che non era mai decollato anche perché richiedeva per la sua applicazione un sistema gestionale dedicato. Secondo quanto dichiara Giamminuti, il sistema di monitoraggio è stato affidato ad Alfabat, società di Acqui Terme. Sempre secondo Giamminuti «oggi per molti è diventato impossibile garantire titoli e copie con il vuoto del cassetto. Chi vorrà provare potrà vedere, senza investire, se cambiando il servizio si potrà migliorare la situazione. Qualcuno so già che è di parere diverso, non giudico, avrà le sue ragioni, ma dico solo che il sistema attuale si sta rivelando come fallimentare agli occhi di tutti ed è invece altrettanto chiaro che, chi riesce a mantenere un buon servizio, soffra meno. Il sistema partirà a settembre con un test di Rai Cinema con tutti i clienti diretti (...). Dopo il test altre case valuteranno il da farsi, forse non sarà la salvezza per tutti, ma per molti sono pronto a scommetterci».

Fonte: e-duesse.it