Presentato al Senato il disegno di legge di
tutela dell'attività di Videonoleggio

Dopo circa un anno dalla importante iniziativa di ANVI-Confesercenti in Toscana, che ha visto centinaia di gestori di videoteche sottoscrivere il manifesto comune sulle problematiche del nostro settore, iniziano a delinearsi alcuni spiragli che potrebbero farci guardare al futuro con maggiore ottimismo: un momento di approfondimento di questa nuova prospettiva, sarà possibile a metà giugno, in occasione della 1^ Assemblea Nazionale dei Videonoleggiatori, programmata a Firenze.

In un momento topico come questo, è inutile sottolineare quanto sia importante, necessaria, VITALE una presenza massiccia, oserei dire TOTALE della categoria, per affermare l'unità d'intenti che tutti i colleghi del nostro settore devono sentire per contrastare le politiche sbagliate delle aziende produttrici. Il nostro auspicio è che su questa battaglia si riconoscano anche i grossisti, soprattutto ora che hanno deciso di organizzarsi in associazione, per dimostrare, una buona volta, quella compattezza di categoria che ci è sempre mancata e che ci ha reso deboli e perdenti di fronte a chi altra forza non aveva che la nostra mancanza di coesione.

E' di questi giorni la notizia che, grazie al nostro paziente lavoro, è stata per la prima volta partorita in Parlamento la proposta di un disegno di legge che sancisce delle "Norme in materia di tutela dell'attività di videonoleggio", con l'obiettivo di ridimensionare lo strapotere contrattuale delle major, in modo da rendere più dignitosa una professione ormai da troppi anni aggredita da ogni sorta di concorrenza sleale.

E' questo un forte segnale di novità, che ci deve far ben sperare per il futuro e che ci deve non stimolare ma SFERZARE, dandoci l'energia per tirare su finalmente la testa!!

E' in quest'ottica che l'ANVI-Confesercenti, sponsor di questa e di altre iniziative che verranno insieme decise, vuol rappresentare i legittimi interessi dei gestori delle Videoteche, per impedire che tanti anni di lavoro, di investimenti, di passione per questo mestiere, vengano sviliti da chi, in modo miope e con l'occhio attento al solo utile finale, non riconosce il nostro ruolo di PARTNER, ma ci vuol continuare a relegare nell'umiliante figura di schiavi, subordinati senza ruolo.

Oggi ci sono le condizioni per dare più forza alla categoria tramite il nostro sindacato, partecipando e intervenendo agli incontri e alle iniziative, aggregandosi, contribuendo con l'iscrizione alla realizzazione e allo sviluppo di un progetto di SALVATAGGIO prima e di RINASCITA poi della nostra attività.

Entro maggio partiranno le lettere a tutte le videoteche italiane, nel quale è contenuto l'invito a partecipare alla 1^ Assemblea Nazionale di categoria che si terrà a Firenze il 16 giugno. A quest'importante incontro parteciperanno i parlamentari firmatari della proposta di disegno di legge, i più importanti grossisti d'Italia, la stampa di settore, tutto il gruppo dirigente del sindacato ANVI e, a riprova della importanza di questa iniziativa, i rappresentanti della Confesercenti.

In questa fase, quindi, occorre il massimo di unità evitando di disertare questo impegnativo appuntamento. Pertanto, quando arriverà l'invito per l'assemblea occorrerà rispondere confermando la presenza di ciascuno: un viaggio a Firenze, vicina o lontana che possa essere, vale certamente la pena, oltretutto se coincide con un'iniziativa che può essere l'inizio di una svolta decisiva.

Francesco Bordoni
Presidente ANVI-Toscana